Terremoto in Emilia dovuto alle perforazioni e fracking


Il terremoto in Emilia è stato provocato dalle prospezioni geologiche condotte nel sottosuolo dove vengono fatte brillare delle cariche alla ricerca di idrocarburi. Il governo di Monti ha stipulato un accordo con multinazionali texane per queste prospezioni.

La tecnica è relativamente nuova, ma si hanno già dati a sufficienza per capire di quanto possa essere deleteria. Il fracking consiste, fondamentalmente, in perforazioni idrauliche le quali una volta arrivate in profondità piegano e corrono parallelamente al terreno; nei buchi creati, viene pompato ad alta pressione un po’ di tutto, a seconda della “ricetta” del perforatore, che, essendo segreto commerciale, non si può sapere. Nonostante ciò, si è venuti lo stesso a conoscenza dell’elenco degli elementi delle sostanze iniettate insieme all’acqua (almeno quattro milioni di litri per pozzo) e alla CO2 ed è impressionante: un elenco di sostanze pericolose da smaltire, normalmente in maniera rigorosissima, che in questo caso sono iniettate a fiumi nel suolo.

Tutta roba che finisce nelle falde sottostanti, mentre nelle case vicine ai giacimenti può capitare che esca il gas dal rubinetto dell’acqua e molto altro si liberi in atmosfera. Tutte sostanze che rimangono alla collettività insieme all’acqua contaminata una volta che le compagnie avranno chiuso i pozzi e raccolto i profitti. Per non parlare delle voragini nel sottosuolo e della loro influenza sull’assetto idro-geologico e dei piccoli terremoti causati dal fracking.

Cercate su Google “fracking”.

Da centinaia di casi di terremoto dovuti a prospezioni geologiche alla ricerca di Gas e Petrolio in Usa, traiamo conferma della dolosità dei terremoti in Italia, dovuti alla pratica estremamente inquinante del fracking, che dopo aver devastato il bacino del Mississipi ora è ciecamente accettata ed anzi auspicata dai nostri venduti politici d’accatto che tutto fanno meno che gli interessi dei cittadini e dell’ambiente in cui gli stessi vivono. E la responsabilità di chi è? Dei Governi, come sempre.

Articoli da leggere

Terremoti artificiali in Italia? Sono ispezioni sismiche?(fraking) Siamo solo all’inizio

Clamoroso: “Il nostro fracking causa terremoti”

Vi sembra un terremoto o una esplosione sotterranea da fracking?

Terremoti ed estrazioni: coincidenze o prove schiaccianti? Otto pozzi attivi da 9 anni nella zona epicentro del sisma!

L’Italia preda delle trivelle texane. Distruzione Italia continua…

Stefano Saglia: il fracking in Italia

fonte

Questo sostiene la bufala

La bufala del terremoto in Emilia si chiama fracking

4 commenti

Archiviato in cose losche, salute

4 risposte a “Terremoto in Emilia dovuto alle perforazioni e fracking

  1. Nell’area colpita dal sisma negli ultimi anni nessuno ha iniettato niente; la riserva di gas di Rivara per ora è solo un progetto, oltretutto rigettato dalla mia Regione.
    I pozzi esplorativi Eni / Agip eseguiti sulla dorsale ferrarese sono degli anni ’70 e ’80; nessun nuovo foro è stato eseguito di recente, e sicuramente nessuna operazione di iniezione di gas e fluidi.

  2. http://tersiscio.blogspot.it/2012/05/il-terremoto-in-emilia-il-fracking-lo.html
    A questo link si può trovare un articolo di un professore di sismologia e un’interessante dibattito nato nei commenti

  3. Guarda, ho sprecato un po di tempo a seguire una conferenza nel mio Dipartimento sulla vicenda di Rivara; da tecnico del settore devo ribadire che la progettazione preliminare dello stoccaggio è stata basata essenzialmente sulla raccolta di dati vecchi di decenni (e sempre validi). Al momento tutto è fermo da quelle parti, tutto bloccato già prima dei terremoti recenti.

    Resta poi sempre un altro elemento: l’eventuale induzione anticipata di un sisma sarebbe una azione positiva, che in realtà porta benefici marginali…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...